sabato 4 giugno 2011

Mangiare bio tra mercatini, consegne a domicilio e divertenti laboratori di biscotti

Chi ama il biologico lo sa: non sono prodotti che bussano alla porta di casa ma vanno cercati. Fino a poco tempo fa era difficile trovarli nei supermercati. Ora non più anche se la varietà non è la stessa dei negozi di settore. A Ravenna ci sono diversi modi per mangiare bio.
Fare la spesa al  supermercato Naturasi, in via Faentina 121 (0544-502490, wwwnaturasi.it) o, per trovare prezzi un po' più accessibili, optare per il mercatino del Gras (Gruppo ravennate di acquisto solidale), ogni martedì dalle 17 alle 20, in via Chiavica Romea (Ravenna), nella sede del centro sociale Spartaco. I venditori del Gras si definiscono "un gruppo di persone a cui piace fare acquisti di gruppo", comprano cioè "verdura, frutta, scarpe, riso, detersivi, seitan, miele, farine, pasta, olio, passata e tante altre cose, scegliendo il produttore in base a principi etici, ambientali e qualitativi".
Frutta e verdura provengono dal Gruppo Radisa, azienda agricola bio di via Ammonite, a Santerno (info@radisa.it, apertura al pubblico dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13), dove oltre che a fare la spesa sul posto si può prenotare una cassetta di frutta e verdura biologica a domicilio. Sottoscrivendo un abbonamento mensile, ogni settimana vengono consegnati prodotti raccolti lo stesso giorno.
Bio è anche svago con il laboratorio di dolci organizzato dall'associazione Cuisine a porter. La giovane mamma, Simona, e il suo piccolo, vi ospiteranno nella loro cucina insegnadovi a preparare dei biscotti buonissimi, con ingredienti tassativamente bio. Io e Vittoria abbiamo partecipato e oltre ad aver passato due ore in buona compagnia abbiamo scoperto il segreto per realizzare dei biscottini a prova di pasticcere. Le date dei prossimi corsi sono sabato 11, giovedì 16 e sabato 25 giugno, l'orario è sempre dalle 16 alle 18. Per informazioni info@cuisineaporter.com, www.cuisineaporter.com.

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento