martedì 21 febbraio 2012

Bimbo mio devi cavartela da solo!

Scritto da Sole Ippocampo

Oggi riflettevo su quanto sia importante insegnare ai nostri figli a difendersi da soli. Qualche giorno fa Ricciolina è tornata da scuola arrabbiata: la maestra l'aveva ripresa perché disturbava. Lei ha somatizzato la cosa in modo negativo perché in realtà non era lei a disturbare, aveva solo reagito ad una provocazione. Così mi ha chiesto di andare a scuola a parlare con la maestra. In realtà non era accaduto nulla di grave anche perché la maestra non mi aveva mandato alcuna comunicazione, anzi si è sempre detta molto contenta del comportamento di mia figlia in classe. Quando è tornata a casa dopo il rimprovero Ricciolina cercava conforto e di capire in che cosa aveva sbagliato. Era successo che un suo amichetto disturbava lei e la sua compagna facendo dei dispetti come capita tra bambini, lei ha reagito alla provocazione rispondendo allo stesso modo, mentre la sua amichetta di banco è rimasta indifferrente alla provocazione continuando a svolgere il suo compito. La maestra girandosi ha visto quello che stava succedendo, il suo compagno di classe si è subito difeso dicendo che era colpa di Ricciolina, lei invece di spiegare com'erano andate le cose è stata zitta. A casa poi abbiamo analizzato l'accaduto e le ho spiegato che lei ha sbagliato a reagire alla provocazione, doveva restare indiferente come ha fatto la sua compagna in modo che il suo amichetto la smettesse o perlomeno la maestra vedesse che era lui a disturbare. Le ho spiegato che quando accadono episodi  simili non deve rimanere zitta per educazione nei confronti della maestra prendendosi la colpa, ma con tranquillità deve spiegare cosa è successo dicendo sempre la verità. Da quest'episodio ho preso spunto per spiegare a Ricciolina che nella vita non ci sono sempre mamma e papà che possono correre in suo aiuto, bisogna imparare a difendersi da soli per far sì che cresciamo più forti. La domanda che vi rivolgo è: secondo voi è giusto che i genitori di oggi giustifichino e difendano sempre i propi figli, correndo in soccorso in ogni momento della vita? Basta guardarsi intorno per rendersi conto che molte mamme rendono tragica anche una banale caduta e un ginocchio sbucciato.  Io sono del parere che dalle cadute si impara invece a rialzarsi.

Reazioni:

2 commenti:

Concordo con te Sole. Quanto al bimbo, speriamo che da grande si dimostri un po' più leale e .... diciamo maschio?

Hai perfettamente ragione. "Socializzare" vuol dire anche questo e purtroppo di questi tempi i bambini non sanno più cosa vuol dire cadere, sbuccirsi un ginocchio e rialzarsi. Anche questo vuol dire "crescere". Ovviamente noi siamo vicini a loro, mica su Marte ;D! Spiegare, ma far loro fare le loro esperienze.

Posta un commento