lunedì 27 febbraio 2012

Babbo Gastone e la scusa del secolo: “Io sono un teorico”

Se rinascendo deciderò di rifarlo, di rilanciarmi nel tunnel del matrimonio (magari alla fine vedrò la luce, eh!) sarà solo dopo aver scoperto di essere l’altra metà di un idraulico, di un gommista, di un elettricista. Insomma, l’altra metà di Bob l’Aggiustatutto.
E invece a me, in questa vita, è toccato un TEORICO.

“Che vuoi da me, io sono un teorico” è la risposta che Gastone mi propina ogni volta che si sente messo all’angolo.


Dialogo tipo di una mamma di due figli con un marito teorico:

Io: Il Topo biondo ha fatto la cacca, ma non senti la puzza? Va cambiato!
G: ..... . (silenzio)
Io: Eddai, gli si sarà arrossato il culetto, ma possibile che non te ne sei accorto?
G: ....... . (silenzio)
Io: Non è che te lo posso lasciare solo dopo che ha fatto la cacca!
G: ..... (silenzio)
La Nanetta: babbooooooooo, ho fatto la cacca! Vieni?
G in stato catatonico.
Io: ma non senti, la Nanetta ha fatto la cacca, ti chiama!
G: ..... . (silenzio)
Io: Oddio, si sono fulminati i faretti del salone. Riesci a cambiarli?
G: .... . (silenzio)
Io: Dalla lavatrice fuoriesce uno strano odore, non è che ti va di pulire il filtro?
G: ?
La Nanetta: babbo, mi dai i vestiti?
G: sì amore, dove sono?
Io: sono tre anni che li ripongo nello stesso cassetto.
G: ah. Quale?
La Nanetta: babbo, mi prendi le scarpe?
G: certo amore, dove sono?
Io: da tre anni nello stesso posto a due palmi di mano dai vestiti.
G: ah.
Gastone fa la doccia: “Dov’è l’asciugacapelli? E la spazzola?”
Io: nello stesso posto dov’era ieri, e ieri l’altro, e il giorno prima ancora...
Gastone: e vabè, ma io sono un teorico, lo sai che devo pensare!

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento