domenica 1 aprile 2012

Darwin, i negozi di abbigliamento e lo specchio tarato per le fighe...

Avete bene a mente gli specchi dei negozi? Bene, se sì avrete anche presente che a seconda del negozio (economico, abbordabile, costoso, dissanguante) lo specchio vi fa sembrare da arresto per sfruttamento illegale della cellulite, accettabili, carine, delle fighe a spasso per la città.
Dunque, ho cercato di darmi una spiegazione al perché. La risposta è stata: se Darwin rinascesse catalogherebbe la natura passando dai negozi di abbigliamento. Partiamo dal più disastroso: quello economico con specchi anti-autostima! Se vai in un negozio dove una maglia costa dieci euro, cosa pretendi? Anche che lo specchio ti lusinghi come quello della favola di Biancaneve con la strega cattiva? No, qui vale la regola che alla domanda ‘Specchio specchio delle mie brame’ il suddetto ti risponda così: Buaaaaaaa, buaaaaaaa, buaaaaaaa! D’altronde sa che appartieni alla categoria di animali sociali che si accontenta di una maglia da dieci euro. Quindi abituata a soffrire.
Nel negozio abbordabile la situazione migliora, il Buaaaaaaa diventa uno solo con la consapevolezza che appartieni alla categoria sociale del ‘vorrei ma non posso’, ti prego specchio non ti ci mettere anche tu!
Poi si passa all’altra metà dell’universo, quello delle strafighe dentro che se non hanno troppi soldi fanno debiti per vestirsi in tono e la mattina appena sveglie pensano: oggi che cosa mi compro?
Gli avvoltoi del commercio sanno che questa è una categoria sociale da considerare quasi protetta, pena il fallimento totale, quindi va trattata con i guanti di velluto. Vorrai mica dare loro lo specchio stronzo che ne distrugga l’autostima? No, lo specchio va assolutamente tarato alla strafigaggine che vi si pone di fronte. “Accidenti quanto sono figa, io mi amerei!”. E lo specchio ama loro. Per cui in quei negozi la cellulite miracolosamente sparisce e anche un fantastico pantalone bianco con incorporato nel tessuto quel materiale simil neon che fa diventare iridescenti i buchi della tua cellulite ti fa sembrare galattica.

Non mi spiegherei altrimenti perché la mia vicina di casa porta a spasso un pantalone bianco ultra slim e iper costoso, ancheggiando come una strafiga laddove una tuta acetata le donerebbe di più!

Reazioni:

2 commenti:

la strafigagggginne è abbagliante x chi la possiede(e ne avrei da aggiungere....), quindi lo specchio l'ha riflessa e lei non ha visto la cellulite.. :D

Ah ah ah... stra d'accordo!!!!!

Posta un commento