sabato 3 marzo 2012

Il burro, la legge di Murphy e l'antidoto che mi salverà

Vi siete mai chiesti perché ai bimbi venga la febbre quando dovete partire, il barattolo del sale o dello zucchero si versi quando state per uscire, il sacchetto della spazzatura si rompa per strada quando tutti - e dico tutti - i vicini di casa si sono dati appuntamento vicino al cassonetto, perché quando incontrate un amico che non vedevate da tempo e gli chiedete allora quando ti sposi vi risponde che si è appena lasciato con l’eterna fidanzata dopo averla colta in flagranza di letto con il suo migliore amico? Si chiama legge di Murphy. E mannaggia a Murphy, ingegnere dell’areonautica statunitense, che un giorno ha osato pronunciare la fatidica frase: "Se ci sono due o più modi di fare una cosa, e uno di questi modi può condurre ad una catastrofe, allora qualcuno la farà in quel modo”. E’ famoso l’esempio della fetta di pane imburrata: “La probabilità che una fetta di pane imburrata cada dalla parte del burro verso il basso su un tappeto nuovo è proporzionale al valore di quel tappeto”.

Stamani dunque ho capito molte cose della mia vita:

Gastone (a chi non lo conoscesse consiglio di esplorare i miei post targati “Gastone babbo pasticcione”) è un diretto discendente di Muprhy, motivo per cui quando imburra una fetta di pane i suoi geni, sentendo il richiamo dell’antenato, esultano creando nelle mani un effetto ricotta e nella fetta di pane un effetto rimbalzo sul mio tappeto


i miei figli, nonché figli di Gastone, hanno ereditato uno ad uno i cromosomi M.


io e Murphy in un’altra vita abbiamo litigato, ritenendo io già allora che il suo assioma avrebbe sempre e comunque complicato la mia esistenza.

Ciò detto, esiste un antidoto alla legge di Murphy: giocare d’anticipo. Io l’ho fatto.

a) ho comprato sacchetti della spazzatura rinforzati. Costano il doppio ma il risultato è quello che conta

b) ho smesso di comperare il burro

c) programmo la mia vita in silenzio in modo che Murphy non mi senta

d) ho deciso che prima o dopo rottamo il marito

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento